La costituzione ayurvedica e squilibri

I dosha sono energie biologiche che governano i processi fisici e mentali degli esseri umani, la cui analisi ci fornisce una mappa individuale per rispondere ai nostri bisogni di benessere e realizzazione personale.

I dosha prendono le loro caratteristiche dai Cinque Elementi che, aggregandosi, compongono l’Universo: terra, acqua, fuoco, aria ed etere (o spazio).
Questi elementi sono da considerare secondo le loro qualità caratteristiche, ad esempio, alla terra corrispondono struttura e forma, all’acqua fluidità e creatività (capacità di creare vita), al fuoco calore e potere trasformativo (reazioni chimiche, creazione & rilascio di energia) , all’aria mobilità, capacità di elevazione e connessione (il nostro respiro!); lo spazio permea ogni cosa ed è dove la materia viene in essere (si consideri lo spazio presente nella struttura di un atomo).

Negli esseri umani, questi elementi si aggregano formando tre tipi di dosha:
Vata è composto da Aria ed Etere (spazio), Pitta da Fuoco e Acqua, Kapha da Terra e Acqua.

Tutti gli individui presentano nella propria costituzione (prakriti) proporzioni diverse di Vata, Pitta e Kapha. Solitamente si avrà un dosha dominante, oppure un dominante e un subordinato; alcune persone presentano i tre dosha in parti eguali, e sono conosciuti come Tridosha.
Si può svolgere un test per conoscere la propria prakriti, ma si consiglia di consultare un medico ayurvedico per un risultato accurato.

I dosha sono energie dinamiche, in costante cambiamento in risposta alle nostre azioni, pensieri, emozioni, al cibo che mangiamo, alle stagioni, e qualsiasi altro tipo di stimolo sensoriale a cui la mente e il corpo sono sottoposti.
Quando tendiamo verso la piena realizzazione della nostra natura, compiamo naturalmente delle scelte volte a supportare uno stile di vita ed una dieta equilibrante per la nostra prakriti.
Quando ci comportiamo in modo intrinsecamente opposto a ciò che siamo, mettiamo in atto una serie di azioni e pattern malsani che portano a squilibri fisici e mentali.
Se la proporzione tra dosha nel nostro stato attuale (vikriti) è simile a quello della nostra costituzione naturale (prakriti), allora saremo in piena forma. Altrimenti, possiamo vivere stati di squilibrio che si possono manifestare sia a livello fisico che mentale.

I dosha si possono trovare in tre stati principali:
Equilibrato – i dosha sono presenti nelle loro proporzioni naturali, stato bilanciato
Aumentato – un dosha è presente in proporzione maggiore del normale, stato aggravato
Diminuito – un dosha è presente in proporzione minore del normale, stato ridotto

Uno stato aggravato comporta un maggior numero di scompensi che negli altri casi. Questi squilibri possono essere dovuti ad una alimentazione aggravante per il dosha, per uno stile di vita non consono alla natura dell’individuo, o più generalmente per un eccesso di stress nella propria vita. Siamo più suscettibili a squilibri relativi al nostro dosha dominante.
Ricordiamoci: simile aumenta il simile, mentre gli opposti creano equilibrio.

Fai il test e scopri quale pratica yoga si adatta di più a te.